Quanto ne vale la pena

Oggi è iniziato come un qualsiasi martedì autunnale. Triste ma non troppo. Poi la giornata ha iniziato a peggiorare rapidamente, passando a tempo record da banalmente grigia a orribilmente nera. Fuori il cielo è grigio ma ancora non piove: reggerà? Non ho intenzione di bagnarmi i piedi. Questa mattina ho un appuntamento di lavoro, perciò studio un abbinamento a strati al quale dovrei aggiungere dei leggings neri...che sono nel cestone del bucato...ne metto un paio blu. Golf grigio, gonna rossa, scarpe marroni...e leggings blu. Orrore. Più tardi mi rendo conto che ne avevo anche un paio grigi come il maglione, ma ero ormai alla fermata del bus. Qui avviene la seconda tragedia della mattinata, annunciata dalla presenza di un gruppo di operai intenti a montare le luci natalizie. Ma è il 29 ottobre! Non vi sembra un po'presto? Salgo sull'autobus dove un tizio alto, grosso e scuro, vestito come un qualsiasi operaio o ausiliare del traffico (giacca di jeans sdrucita e giubbino giallo riflettente) mi squadra subito e in trenta secondi viene a chiedermi il biglietto, che io ovviamente non ho timbrato come faccio da anni. Molto gentilmente mi invita a timbrare un biglietto pulito, dopo che io gliene avevo consegnato uno timbrato sul retro almeno dieci volte. Noto che porta un cartellino di riconoscimento e niente di più. Personalmente ho stabilito che 1.90 € per un servizio pessimo siano troppi. Da Galliate a Novara si spendono 20 centesimi in più rispetto al treno, che impiega 5 minuti contro i 30 del bus. Negli anni le corse sono diminuite, le linee tagliate costringendo tutti a cambiare in stazione. Come se non bastasse ho raggiunto il mio appuntamento di lavoro a piedi, perché con l'autobus non sarei mai arrivata in tempo. Valeva la pena litigare con il presunto (e gigantesco) controllore? No, ma finché la sun mi chiederà più soldi della metropolitana milanese per un servizio nettamente inferiore continuerò a essere convinta che non valga il costo del biglietto. E del mio fegato.

Post popolari in questo blog

Fai da Te: #2 - Aggiustiamo la collana rotta

Roba beauty: creme solari 2017

Dal feshuissimo blog: #32 gonna!