Stare a casa mai: Senigallia e le Marche

Quest'anno, per la prima volta in tanti anni che stiamo insieme, Max ha proposto di andare qualche giorno al mare... così, approfittando di una visita a una cara amica, abbiamo trascorso un paio di giorni a Senigallia.


Meglio conosciuta come "la spiaggia di velluto" per la sua sabbia finissima, Senigallia è una bella città tranquilla con un bel centro storico e una serie di lungomare separati dal Porto della Rovere e dalla mitica Rotonda a mare



Dove abbiamo dormito noi:
Hotel Il Continental grazioso albergo sulla spiaggia, con arredamenti semplici e chiari e stanze moderne con il balcone vista mare. Noi abbiamo optato per la mezza pensione: il personale è estremamente disponibile e la cucina molto varia. Ogni giorno ci sono nuove proposte dalla cucina  e il bar offre un aperitivo a gli ospiti tutte le sere (volete mettere lo spritz fronte mare?). L'hotel ha anche la propria spiaggia, i bagni Maremoto, con animazione tutto il giorno sia per i bambini che per gli adulti (pilates alle cinque di pomeriggio in spiaggia...). All'interno c'è anche una piscina coperta e riscaldata con area relax. Peccato fermarsi solo  per due giorni: io sarei rimasta ben volentieri molto di più! 

Dove mangiare:
Vaccaboia, consigliato dall'Hotel, ottimi piatti di carne super abbondanti. Consiglio: hanno una buona carta dei vini, ma se faticate a reggerlo evitate il Verdicchio. Il personale è simpaticissimo e saprà consigliarvi su quanto cibo ordinare (badate bene, ho detto quanto perché le porzioni sono abbondanti e molto onestamente vi diranno se state ordinando troppa roba)

La Buga, che trovate anche cercando Jolly Blue, è un ottimo bar frequentato dai cittadini di Senigallia e che prepara ottimi panini. I titolari sono super simpatici e il locale merita l'altissimo punteggio di Trip Advisor.


E se piove? Trovarsi al mare con la pioggia è tremendo, specialmente se ci rimanete per poco tempo. Il centro storico di Senigallia vale la pena di essere visitato: in particolare la Rocca Roveresca, che è visitabile e che ospita mostre per  tutto l'anno. Ovviamente dovrete concludere la visita del centro con un bel caffè/aperitivo/pizza/pranzo o cena/birretta nella piazza del Foro Annonario


Ma le marche non finiscono qui! Questa è una zona bellissima, perché nel giro di un'ora si arriva in tantissimi posti meravigliosi e visitabili. Uno di questi è la città di Recanati: ogni amante della letteratura, come me, non poteva resistere alla tentazione di visitare la casa di Giacomino.

#solopostibrutti
 Casa Leopardi è estremamente interessante: se doveste sentire qualche pazzo dire "c'è solo una biblioteca" picchiate quella persona sacrilega. Non è una biblioteca, ma LA biblioteca, con ventimila volumi e diversi oggetti storici. Perdipiù il palazzo è abitato tuttoggi dalla famiglia Leopardi (il più piccolo degli eredi si chiama Giacomo e ha quattro anni... chissà se seguirà le orme del prozio o se preferirà l'istituto tecnico?)

in mostra ci sono anche tanti piccoli tesori e prime edizioni
 Recanati è un borgo estremamente affascinante, e sfido chiunque a non citare "il sabato del villaggio" nella piazza a cui la poesie è ispirata.

Risalendo verso le colline e gli Appennini, una città che dovete assolutamente visitare è Fabriano, la città della carta. Ho sentito tante persone parlarne male, come di un borgo deludente: non sono d'accordo, perché ho trovato il centro davvero bello e interessante, con tante cose da vedere.



In primis la Pinacoteca Civica, la fontana di Sturinalto e l'immancabile Museo della carta e della filigrana: è estremamente interessante, le guide del museo sono preparatissime e simpaticissime, ma soprattutto potrete fare il vostro personale foglio di carta (in fibra di cotone... ottimo per l'acquerello)


Se poi siete in vena di avventura, vi consiglio le mitiche Grotte di Frasassi: noi le avevamo visitate qualche anno fa con degli amici (potete portarci anche i bambini: il percorso è lungo un paio di chilometri ma noi lo avevamo fatto con un bambino di tre anni, che aveva camminato tranquillo per tutto il tempo).

Poi ci sono Assisi, Gubbio, Città di Castello... tutto a poca distanza. W le Marche

Post popolari in questo blog

Fai da Te: #2 - Aggiustiamo la collana rotta

Fai da te: Borsa in tela DIY