Missione una casa più bella: edizione Natalizia #4 il presepe

Da che mondo è mondo non c'è Natale senza presepe.



Proprio come la famiglia Cupiello, il presepe è una sorta di simbolo dell'unità familiare e ognuno ha la sua tradizione e la sua mitologia: mia madre, per esempio, insieme a suo fratello ha inventato la tradizione di famiglia dell'orso bruno che si nasconde in un angolo della capanna per spaventare il bambinello... la tradizione si è talmente radicata che io e mio fratello abbiamo poi aggiunto una famiglia di orsi polari in mezzo alle pecore.

A casa mia portiamo avanti la tradizione della famiglia di Max, che si tramanda le statuine del presepe di generazione in generazione, con aggiunte e sostituzioni di anno in anno, come se fosse una vera comunità.

Dunque, visitate, visitate!


Ovviamente, non potevo certo sfrattare le orchidee (e il bonsai, per quanto sempre mezzo morto), quindi i Magi arrivano pian piano a dorso di cammello dalla foresta tropicale...


Max conserva diversi fondali, oltre a un grande foglio per la base, che rappresenta il terreno. Il Presepe è una specie di percorso verso la capanna della natività. Ci sono, pecore, pastori, case in cartapesta, il classico laghetto di stagnola (da piccola io lo facevo con un fondo di stagnola, uno strato superiore di chellophane e con qualche sassolino sopra e sotto, da vera professionista).


Infine si arriva alla capanna. Max ha l'abitudine di sbriciolare fette biscottate o pane secco per riprodurre il terreno sabbioso, e copre il bambinello con la stagnola o con una sorta di copertina, per poi scoprirlo la notte di Natale.

Quali sono le vostre tradizioni?

(qui trovate il mio post sull'albero di Natale)





Post popolari in questo blog

Fai da Te: #2 - Aggiustiamo la collana rotta

Fai da te: Borsa in tela DIY