Stare a casa mai: weekend di gruppo a Macugnaga

  

Come da tradizione ormai consolidata, arrivati alla seconda settimana di febbraio io e Max ci siamo presi qualche giorno per una piccola vacanza sulla neve con gli amici. Il gruppo è quello storico, con  le stesse persone con cui lui è cresciuto, con cui si fanno le grigliate a pasquetta e ferragosto e le cene di compleanno, dove i bambini ti chiamano zio e che si considera come una seconda famiglia.
Dopo la gita a Pinzolo e Madonna di Campiglio dell' anno scorso, quest'anno abbiamo scelto Macugnaga. A meno di due ore di auto da casa, è una delle mete preferite dai novaresi. Situata in valle Anzasca, una delle valli dell'Ossola, è un ottimo punto di partenza per le escursioni sul monte Moro e sul monte Rosa, di cui si gode una meravigliosa vista della parete est.

Il nostro gruppo è composto da quattro coppie con diverse esigenze, un bambino e un neonato, e per una volta siamo riusciti a trovare un albergo che ci ospitasse tutti. La scelta è caduta sull'albergo Dufour, situato nella piazza centrale della frazione Staffa, davanti al Comune di Macugnaga.

il set di cortesia morbidoso e presentato davvero bene


L'esterno dell'edificio rispecchia la tipica architettura Walser, mentre l'interno è arredato con pavimenti in gres effetto parquet, mobili in legno misti a sedute in ferro battuto, cuscini dai toni caldi ed elementi nordici, come lanterne rosse e rami di abete.

la nostra camera, una delle più comode della struttura


La cucina è ottima, con piatti "di montagna" come polenta, carne e funghi, ma anche con pietanze più ricercate.

la vista innevata dal nostro balcone


Cosa fare a Macugnaga:
- in gita al lago delle fate, con le ciaspole: io detesto le ciaspole con tutto il cuore, ma il lago delle fate è bellissimo in estate, perciò in inverno, se la strada è percorribile, fare una piccola escursione fin lì. In realtà ci si arriva tranquillamente con doposci o scarponi, passando dalla strada principale. Se invece volete prendere il sentiero un po' più avventuroso, allora potrebbero servirvi.


i koalinetti al Lago delle Fate: faceva così freddo che si sono spenti i cellulari!


- visita alla miniera d'oro, un po' più a valle: io ve la consiglio in estate, ma è sempre e comunque interessante.
- escursioni sul monte Moro verso i rifugi: per i più sportivi, ci sono vari percorsi con sentieri più o meno difficili, in tutte le stagioni.
- sci sul Rosa: cercate sulla mappa la posizione; anche se Macugnaga non è collegata a Zermatt o ad altre località sciistiche più "in" vi potrete rendere conto della bellezza della zona e delle piste.
- pattinaggio su ghiaccio: all'aperto, sempre divertente
- a piedi tra le varie frazioni 
- alla scoperta dei Walser, che tra architettura, tradizione, e una lingua tutta da scoprire, vi ruberanno il cuore


la partete est del Monte Rosa e il campanile della Chiesa Vecchia


Dove mangiare

Ristorante Flizzi: in piazza, preparano un ottimo Hugo, porzioni abbondanti e buona carta dei vini. 

Jager Bar: locale storico, con una interessante selezione di grappe, un arredamento meraviglioso e una bella sala spaziosa. Ha un sacco di dolci freschi, quindi lo consiglio per la merenda!


Z'Makana Stube: nome apparentemente esotico, Makana è in realtà il nome dialettale per Macugnaga. Locale sempre pienissimo con un menu ricercato e un'ottima cantina di vini rossi. Uscirete dopo aver speso un po' di soldini, ma avrete mangiato davvero bene.










Post popolari in questo blog

Fai da Te: #2 - Aggiustiamo la collana rotta

Fai da te: Borsa in tela DIY